Impressioni D'ascolto

Ritorno sull'argomento Ekta Grande per postare qualche mia impressione d'ascolto. 


In molti mi hanno chiesto che impressione sonora ho avuto da questo diffusore dopo averlo realizzato, oggi darò una risposta a tutti i curiosi.

Cominciamo dalla catena audio che compone il mio impianto, potete trovarla alla pagina MY HI-FI SYSTEM, ma per chiarezza la espongo qui di seguito: 

  • Amplificatore: Dussun V6i;
  • Pre Amplificatore: Ming da MC67-HA (Upgrade dell'intero set di valvole);
  • Lettore cd: Audio Analogue Maestro rev.2;
  • Cavo di potenza: Sommercable Elephant spm440 (autocostruito);
  • Cavi si segnale: Sommercable Galileo (autocostruito).

Come già scritto nella review del Dussun V6i, ho faticato e non poco nella corretta messa in ambiente del diffusore. Dopo diverse prove a suon di misure in ambiente sono arrivato ad un buon compromesso. Nel mio caso il diffusore deve essere spostato dalla parete di fondo di almeno 80cm/100cm, l'accordo posteriore ha i suoi lati positivi, ma anche i negativi, come il maggior spazio necessario dalla parete di fondo rispetto ad avere il condotto sulla parete anteriore. La distanza fra i due diffusori e di circa 2m/2,5m, con una leggera convergenza del diffusore verso la posizione d'ascolto (che si trova a circa 3m). Infine i diffusori distano dalle pareti laterali di circa 40 cm il diffusore destro e circa 20/30cm il diffusore sinistro. Questo perché il mio ambiente d'ascolto sulla parete destra presenta un muro, mentre sulla parete sinistra presenta una porta finestra. Questo causava una maggiore presenza di bassi sul lato destro rispetto al sinistro, visibile in misura, che con una opportuna disposizione dei diffusori, poteva essere regolato. 

L'ambiente in cui sono inserite le EG è assorbente al punto giusto, vi è un leggero "trattamento" del soffitto, ed un grande armadio riempito con vestiti che funge praticamente da risonatore, dato che le ante formano un vero è proprio pannello vibrante.  

Detto ciò  il diffusore è un carico un po'  impegnativo nel senso che, il modulo dell'impedenza scende fino a circa 3 ohm dunque bisogna avere un ampli di sana e robusta costituzione. i diffusori sono adatti ad essere pilotati da ampli a valvole, per la loro elevata sensibilità con pochi watt vanno alla grande. 


INIZIAMO DAI BASSI

Il basso delle Ekta G. è asciutto, veloce e ben presente nella scena sonora i due revelator nel volume designato da Troels si comportano egregiamente, la mol è notevole. Mai strabordante o fastidioso.
Da evidenziare che si tratta di drivers top di gamma, quindi ci si può aspettare simili prestazione, il basso da corpo alla musica senza sporcare le medie frequenze come è giusto che sia. Da notare l'ottimo controllo che si traduce in un efficiente smorzamento, la sensazione è di un basso secco che non affatica. 
Inoltre se si vuole "controllare" la troppa "esuberanza" (magari per qualcuno è troppo!!) si può tramite l'inclinazione del mobile, regolare il basso emesso aumentando la distanza dal pavimento, così facendo, si riesce ad ottenere un basso un po più morbido. 

MEDIO ALTI

La sezione medio alti è stupefacente, l'immagine sonora percepita è notevole il dettaglio concesso per "soli" 650€ la coppia dai piccoli tweeter è impressionante. Per la parte medio alta il cross è veramente ben progettato, forse pecca un po nella parte medio bassa a livello di incrocio, nel senso che magari l'incrocio poteva essere scelto un po' più in basso per dare più respiro al medio. La ricostruzione scenica ed il focus degli strumenti e ben percepibile, oltre all'impatto vi è anche quel micro-dettaglio e analiticità, che mette in evidenza le varie sfaccettature della traccia in riproduzione. Le voci femminili, anche le più ostiche (vedi Diana Krall) sono ben riprodotte e centrate nella scena sonora ricreata.  

CONCLUSIONI

Il punto forte delle Ekta Grande, a mio avviso è l'equilibrio e la spaventosa dinamica, un diffusore di carattere, possente ma allo stesso tempo con un tocco vellutato, ottimo calore che ti avvolge e ti rende partecipe all'interno del percorso sonoro. Sicuramente Consigliato.




Nessun commento: